Intervista a Qmedia

Intervista a Giovanni Costagliola , co-founder di Qmedia, realizzata da ProntoPro

DSCF6305

Presenta te stesso e la tua attività


Innanzitutto vi ringrazio per l’opportunità che mi state offrendo con questa intervista.
Sono Giovanni Costagliola, co-founder di Qmedia , una società di comunicazione, progettazione, consulenza e marketing operante nel campo delle ICT (Information and Communications Technology) e orientata al rinnovamento delle grammatiche audio-visive. Ha sede a Palermo in via degli Schioppettieri 8.
La società, in particolare, si occupa di produzioni audio-video, servizi fotografici, creazione di siti web e ottimizzazione dei motori di ricerca; offre supporto e implementazione dei processi organizzativi e dei mezzi di comunicazione e marketing di aziende e associazioni, e si occupa anche di progettazione e promozione  di iniziative ed eventi culturali (convegni, mostre, festival) nel campo delle arti e dei linguaggi contemporanei. 
Qmedia è anche impegnata nella nella valorizzazione dei modi di vita ecocompatibili e del commercio a chilometro zero: centrale infatti, fra nostri progetti, è la piattaforma web Qbio.it, nodo di connessione fra produttori, rivenditori e consumatori che innova i processi di gestione e distribuzione della produzione agro-alimentare.
Attività diverse, tenute insieme dalla buona pratica del coworking e dalla nostra tensione alla valorizzazione delle migliori professionalità locali. Palermo, infatti, è da anni laboratorio di eccellenti progetti culturali e comunicativi che in Qmedia hanno trovato un luogo di connessione e interscambio.

Quali pensi saranno le evoluzioni future della professione?


Non è semplice immaginare gli sviluppi di un’attività obbligata, quotidianamente, a “praticare” il futuro. Siamo infatti immersi in un’infosfera nella quale il “nuovo” può apparire, in poco tempo, già superato. Credo che il vantaggio di Qmedia, in questo orizzonte, consista nelle connessioni che essa realizza fra le più avanzate tecnologie informatiche e digitali e i modi di vita concreti, siano essi afferenti alla sfera della buona alimentazione e del vivere bene ma anche quelli relativi all’ambito culturale e al bisogno, oggi sempre più centrale, di auto-rappresentarsi attraverso immagini e prodotti multimediali.
Ringraziamo ProntoPro per l’intervista concessa .